sec hell hacking security blog local root exploits teknoloji blogu turkish hack blog hack tools

Un tram che si chiama desiderio – Tram 1

Avete mai preso un tram per viaggiare e non solo per andare? E’ semplice! Serve solo il biglietto giornaliero (vedi tipologie biglietti ATM) e potrete viaggiare lungo la linea che desiderate attraversando alcune zone della città, passando da un quartiere all’altro e potendo scendere e risalire quando vorrete approfittare dei nostri preziosi consigli.

 

Il percorso di oggi? Dalla Stazione Centrale all’Arco della Pace con il Tram 1.

 

Vi consigliamo iniziare il percorso sul vostro tram dalla fermata di Stazione Centrale. Arrivati in zona però, aspettate un attimo prima di salire a bordo! Avete davanti la “quasi” più famosa stazione ferroviaria d’Italia. Vedere i suoi altissimi soffitti, salire sugli immensi scaloni e sognare di partire per un lungo viaggio in Europa, non costa nulla, entrate per credere!

Qualsiasi cosa abbiate deciso di fare è ora di salire sul tram… mettetevi comodi! Ha inizio il vostro vero viaggio in città… guardatevi intorno, non sembra neppure di essere in Italia! Questa zona è chiamata la qasba proprio perché abitata da tantissime etnie che nel tempo hanno caratterizzato il quartiere.

Vedete quegli alberi in lontananza? Ecco, quelli sono i Giardini Pubblici dalla parte dei bastioni di Porta Venezia, una parte delle antiche mura della città costruite dagli Spagnoli piu di 500 anni fa! Quando arrivate in Piazza della Repubblica guardatevi indietro dai finestrini… riuscite a vederla ancora la stazione? Ma non si vede quasi più, eppure è gigantesca! Due fermate ed eccovi in Piazza Cavour.

Il vostro tram passerà ora sotto quegli archi… è l’antica Porta Nuova, ha quasi 700 anni! Al di là di quella mura sarete nel vero centro storico della città. Splendidi palazzi a destra e sinistra e tutto ha un colore più dolce… ma certo, guardate per terra dal finestrino, non c’è l’asfalto, c’è il pavé… la caratteristica pavimentazione della vecchia Milano…

Ecco, in sole altre due fermate, si apre davanti a voi Piazza della Scala chiamata così per la storica presenza del Teatro più invidiato da tutto il mondo, il Teatro alla Scala, eccolo sulla vostra destra, mentre ad incorniciare la piazza, alla vostra sinistra, Palazzo Marino e subito, a fianco, l’immensa arcata della Galleria di Milano, Galleria di Corso Vittorio Emanuele II che porta dritto diritto in Piazza del Duomo.   Se non avete mai attraversato e passeggiato sotto questa splendida galleria, fatelo ora, potete scendere e proseguire a piedi…vedrete così da vicino la piazza più affollata della città e potrete proseguire di fronte al Duomo, in via dei Mercanti, vedere la piazza omonima – Piazza dei Mercanti – e riaccomodarvi a bordo del tram in via Tommaso Grossi.

Se invece avete optato per rimanere comodi sul vostro tram state arrivando ad un bivio: a sinistra la statua di un famoso difensore della libertà (Carlo Cattaneo) e a destra avanti verso via Broletto. Siete nella zona più antica della città. Si narra che 2400 anni or sono, qui vi fosse un grande prato (Brolo – Broletto) e che qui, antiche popolazioni provenienti dalla Francia (i Galli) decisero di fondare una città, la vostra città!   Dopo aver girato a sinistra ecco riaprirsi un grande slargo con al centro niente po po’ di meno che la statua di Giuseppe Garibaldi e, se guardate bene, intravedete davanti a voi, le mura in mattoni del Castello Sforzesco con i suoi torrioni! Dietro al castello c’è un parco enorme, il Parco Sempione! Se vedendo la statua di Garibaldi a cavallo vi è venuta la voglia di sognare storie ed avventure del passato, potete scendere e fare un giro all’interno dei cortili del Castello… due passi e arrivate alla splendida fontana davanti alla torre del Filarete… passateci sotto l’arco ed entrate senza timore…

Se non siete scesi dal vostro tram, vi troverete davanti sulla sinistra un grande e moderno palazzo verde…che cos’è? È la Stazione Nord, la seconda stazione ferroviaria di Milano… E quel groviglio di fili colorati che si intravede là davanti? A guardar bene il filo è solo uno ed è tutto colorato, è gigantesco… e c’è anche un enorme ago, è alto quasi 20 metri! È una scultura, si chiama Ago, Filo e Nodo. Scendete pure se volete vederlo più da vicino! E se siete andati a farvi un giro nei cortili del Castello, potrete arrivare qui, camminando, lateralmente al castello, per via Minghetti, sono due passi!   Ora il vostro tram, passata piazza Virgilio, vi conduce pian piano per viali alberati, viale Vincenzo Monti e poi via Mario Pagano, fino a raggiungere la parte opposta del grande Parco Sempione.

Qui, in Piazza Sempione, sotto il maestoso Arco della Pace alto 25 metri, termina il vostro viaggio in tram. Siete stanchi di stare seduti? Avete voglia di sgranchirvi un po’ le gambe? Beh, quale posto migliore… avete una piazza vuota tutta a vostra disposizione, un parco immenso e alla fine del parco, un Castello e dall’altra parte una piacevole isola pedonale ricca di bar dove potervi dissetare… Buon divertimento!

Paola Caneva

Credit: manoxmano